I soldati di Karzai

I regolamenti interni appaiono più un retaggio della passata occupazione sovietica che della recente democrazia. E i funzionari sono molti, moltissimi; ogni giorno viene creato un dipartimento nuovo per complicare i già complessissimi iter. è qualcosa di già visto in molte parti del modo. Edifici sterminati, uffici infiniti ed identici e scrivanie vuote. Ma l’accesso ad una scrivania rappresenta un traguardo straordinario per un afghano medio. Traguardo, visto il livello di corruzione del paese, spesso ottenuto mediante scambio di favori o denaro. Alcuni funzionari hanno di fronte Pc di ultima generazione che palesemente non sanno utilizzare. Quindi la migliore giustificazione del burocrate è la burocrazia stessa. Inventare regolamenti sempre più bizantini, che permettano di dare un senso agli apparati di cui si è ingranaggio.
Il burocrate in Afghanistan ha sempre ragione. Perché ti chiede di presentare i documenti in 3 lingue, e pretende di controllare tutte le traduzioni, le vuole certificate, per tenerle poi in bella vista in ufficio. E se la tua pratica non deve passare, se c’è una ragione per ritardarti o farti sudare sangue, non c’è verso. Come in Italia, e in Burundi, si trova il cavillo del cavillo, il timbro sempre mancante in centinaia di pagine di documentazione, l’interpretazione personale dell’articolo da parte del singolo funzionario.
La forza straordinaria di molti afghani, di molti giovani, sta nell’essere coscienti del presente disastro, del prossimo ritiro, dei pericoli di una nuova guerra civile, ma di riuscire a guardare avanti. Nel pensare caparbiamente a una possibile via di uscita. Una reale via, con le persone. Un popolo che non ne può più di occupazioni e governanti corrotti. Un popolo che quando sente la parola giusta l’apprezza e la segue. Ho incontrato molti di questi giovani con l’Afghanistan nel cuore, che lavorano nei quartieri, distribuiscono cibo, medicine e informazione, sostengono l’artigianato e la piccola imprenditoria femminile. Giovani che soprattutto parlano di futuro… Perché il futuro sono loro. A loro il nostro pensiero e il migliore augurio di fine Aid.Image..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...