La straordinaria storia dell’agnello Antush

Ad Abu Hindi martedì 11 luglio, nonostante il caldo torrido, c’erano tutti. Si festeggiava la chiusura del Summer camp e la consegna della targa del Presidente Giorgio Napolitano a Salha Hamadeen, che con la propria favola ha ottenuto la menzione dalla Giuria del Premio Andersen. Salha ha ricevuto dalle mani di Valentina Ghio, Assessore alla Cultura del Comune di Sestri Levante, la targa alla presenza del Console Generale d’Italia Gianpaolo Cantini, dello staff di Vento di Terra e dell UNRWA e della delegazione proveniente dall’Italia. La storia dell’agnello Antush, protagonista della favola, ha colpito per la sua originalità e per aver permesso ai lettori italiani di entrare nel quotidiano e nei desideri dei bimbi delle Comunità beduine che vivono in Area C, sotto occupazione militare. Si tratta di un riconoscimento straordinario per comunità che vivono all’insegna della precarietà, sotto l’incubo della demolizione dei loro campi. Un messaggio di attenzione che accoglie la fondamentale richiesta dei bimbi beduini che frequentano la Scuola di Bambù di comunicare con l’esterno. E da questo punto di vista l’agnello Antush si è rivelato, come in una favola, il migliore dei messaggeri. Il nostro augurio è che la favola continui e si possano attivare gemellaggi e collaborazioni con le scuole italiane…

Annibale (Presidente di Vento di Terra ONG)

Image

Annunci

Poesia in viaggio … (DAY 3)

La nostra delegazione in visita alla cooperativa Silver Tent.
Foto tratta dal bellissimo blog www.bimbisvegli.net

Chi ha detto che non si può scrivere in rima nei territori di frontiera? Il gruppo di voi che ha visitato i nostri progetti in Palestina (la scuola di Gomme, la scuola di Bambù, le cooperative di Anata e Kalandia), ci hanno lasciato questa simpaticissima poesia sulla loro esperienza con noi: dalla passeggiata sui tetti a Gerusalemme alla visita al campo profughi dove ti offrono in media tre caffè (ndr. anche sei) in un solo giorno, fino alla notte stellata trascorsa nel villaggio beduino. Li ringraziamo per questo simpaticissimo tributo alla realtà di Vento di Terra e speriamo di fare ancora tanta strada assieme! Se anche tu vuoi entrare nel nostro mondo, conoscere e sostenere il diritto all’istruzione delle comunità beduine e le nostre cooperative visita il sito www.ventoditerra.org !

“Di Gerusalemme i tetti
abbiam percorso come gatti
cosa ingiusta è alzar muri
rende gli animi più duri
copricapi inusitati:
stoffe e gatti spelacchiati
bella ha il colono
dice il bedu: “Fu del mio nono”
Per i vicoli dei “campi”
guardan tutti sempre avanti
bentornato, vuoi un caffè?
No, ti prego, son già tre!
Hummus, ceci e falafel
e la carne a crepapel
sopra il capo c’è lamiera
e fra i piedi pattumiera
con Serena in Palestina
apri il cuor dalla mattina
son le stelle per i beduini
come occhi dei bambini
un tributo un pò inusuale
sai per noi tu sei speciale”.

Diario dai Territori di Frontiera (DAY 2) – Peace Steps e Silver Tent

Giornata di acquisti alle cooperative Silver Tent e Peace Steps di Vento di Terra. Sandali, borse e gioielli per tornare in Italia lasciando impronte di pace.

Vuoi incontrare anche tu gli artigiani e le artigiane delle nostre microimprese sociali? SCRIVICI!

Sostieni le cooperative Peace Steps  e Silver Tent scegliendo i loro prodotti per i tuoi regali solidali.

Impronte di Pace – La nostra delegazione incontra gli artigiani della cooperativa Peace Steps.

Peace Steps – Sandali dalla Palestina e pelletteria realizzati dagli artigiani del campo profughi di Kalandia (Ramallah)

La Cooperativa Silver Tent ad Anata impiega sei donne beduine per la produzione di gioielli artigianali che uniscono tradizione e innovazione. Fair. Simple. Timeless

Diario dai Territori di Frontiera (Day 1)

Comincia oggi il racconto dei nostri “inviati speciali” in Palestina. Una piccola ma varissima delegazione di persone che in questi giorni visiterà i nostri progetti: incontrerà i bambini della scuola di Bambù, le donne della cooperativa Silver Tent e gli artigiani di Peace Steps. Viaggiate con noi!  
11 luglio 2012 (Anata – Gerusalemme Est)
Mattina piena ed emozionante alla Scuola di Bambu’ di Wadi Abu Hindi, tra i canti, le danze e i giochi dei bambini nell’ultima giornata del nostro Summer Camp.
Accanto ai giochi la cerimonia ufficiale, alla presenza del Console Italiano a Gerusalemme, durante la quale la piccola Salha, autrice della fiaba che ha vinto la menzione speciale del Premio Andersen, ha ricevuto la targa del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
I suoi capelli agghindati da una coroncina di ‘diamanti’ fanno capire molto bene quanto per lei si trattasse di un’occasione speciale.
Un altro momento importante e’ stata la consegna al Console delle quasi 1800 firme che Vento di Terra ha raccolto a sostegno della Scuola di Gomme, per scongiurarne la demolizione. Un gesto che si e’ ripetuto qualche ora piu’ tardi nel villaggio di Al Khan Al Ahmar, dove Abu Khamis, il capo villaggio ci aspettava all’ombra di un gelso. Li’ sorseggiando un te’ alla mentea si e’ parlato a lungo ricordando i momenti piu’ belli della costruzione della scuola, nel 2009, e di come la sua presenza abbia reso felici i bambini della comunita’. Belle parole e occhi sorridenti nel raccontarsi la gioia di essersi incontrati.
Ora siamo ad Anata e dopo un pranzo fantastico preparato da una cooperativa femminile del villaggio (uzi, cioè riso con verdure guarnito di mandorle tostate), ci siamo rifocillati e siamo pronti per metterci in viaggio per Ein Gedi, sul Mar Morto.
Il viaggio continua…
(Serena)
Vuoi partire con noi per conoscere da vicino i nostri progetti? Vuoi sostenere anche tu il diritto all’istruzione delle comunità beduine? Scopri come: www.ventoditerra.org/futuro 

Summer Camp Anata

Anata_Summer_Camp_5Anata_Summer_Camp_4_newAnata_Summer_CampAnata_Summer_Camp_3_newAnata_Summer_Camp_2_newAnata_Summer_Camp_1_new

Summer Camp Anata, un set su Flickr.

Ecco alcune coloratissime foto del Summer Camp 2012 che si sta svolgendo in questi giorni ad Anata (Gerusalemme Est).

Il caldo torrido dell’estate non ci ferma!

Questa settimana cominceranno le arrività estive anche nel villaggio della scuola di Gomme e nella scuola di Bambù grazie a chi ha partecipato alla nostra campagna per il diritto all’istruzione delle comunità beduine.

Sostieni anche tu i nostri progetti educativi per i piccoli Jahalin. IL FUTURO SI FA A SCUOLA!