Il Futuro si fa a Scuola: La nuova campagna di Vento di Terra

il flyer della CampagnaLe condizioni di vita delle comunità beduine palestinesi di Gaza e della Cisgiordania peggiorano di giorno in giorno. Soprattutto in seguito all’aumento delle demolizioni per i beduini che vivono in area C (Cisgiordania) e alle continue azioni militari che sconvolgono Gaza.

Per questo è urgente salvaguardare i bisogni delle fasce più deboli della popolazione come i minori e le donne ed in particolare il diritto all’istruzione.

Il 4 giugno suonerà l’ultima campanella dell’anno alla Scuola di Gomme. Quel giorno consegneremo le firme che stiamo raccogliendo per salvare la struttura dalla demolizione. Ma non basta, perché IL FUTURO SI FA A SCUOLA!

Vogliamo continuare a garantire servizi educativi indispensabili ad oltre 300 bimbi beduini: una scuola materna, attività educative di supporto extra-scolastico, campi scuola per l’estate.

IL FUTURO COMINCIA DA TE!

Con una piccola donazione puoi fare tanto: forniture di libri, corsi di formazione, supporto extrascolastico… leggi cosa puoi fare …

E’ TEMPO DI AGIRE!

Partecipa anche tu alla campagna: condividi la call to action sui social network o tramite email, organizza una raccolta fondi con i tuoi amici oppure raccontaci l’esperienza del tuo primo giorno di scuola. Scopri come…

PARTI CON NOI!

Vieni con noi in Palestina dall’1 al 6 giugno per portare le firme della campagna “Chi demolisce una scuola demolisce il futuro”. Viaggeremo attraverso le città, i villaggi, i campi profughi. Visiteremo la Scuola di Gomme e la Scuola di Bambù, incontreremo i giovani lavoratori e lavoratrici di  Peace Steps e Silver Tent. Ma soprattutto, incontreremo le persone e le comunità che quotidianamente vivono l’ingiustizia dell’occupazione e con grande dignità, grazie anche ai nostri progetti, proseguono il loro cammino di vita. Leggi di più …

Per maggiori informazioni sulla campagna scrivici.

 

Annunci

Una biblioteca per la Scuola di Gomme

La nuova biblioteca per i bambini della Scuola di Gomme (Khan al Ahmar) è stata inaugurata!

vuoi aiutarci a farla crescere? Visita il sito http://www.ventoditerra.org/futuro/dona !

Inaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar

“Good children’s literature gives the child a place in the world and the world a place in the child.”       (Astrid Lindgren)

 

Khan Al Ahmar ha finalmente la sua biblioteca!

Il giorno di Pasqua la Scuola di Gomme e la sua comunità avrà un posto per un’intera collezione di favole storie e letteratura per bambini con oltre 140 libri a disposizione. Questo grazie all’impegno e alla cooperazione tra il Tamer Institute di Ramallah (Cisgiordania) e Vento di Terra in occasione della Settimana Nazionale della lettura in Palestina ( Palestinian National Reading Week).

Ogni anno il  Tamer Institute coinvolge giovani, bambini e scuole nella promozione della lettura, avvicinando i più piccoli all’amore per i libri, insegnandogli come leggere le storie ed esprimere ciò che hanno letto attraverso diversi strumenti artistici.

L’apertura della biblioteca è stato un momento di gioia per l’intera comunità

Denes Assad, storyteller, ha intrattenuto i bambini con una lettura interattiva dei nuovi libri e con una divertentissima performance teatrale.

Gli attori erano gli stessi bambini che in questi mesi sono coinvolti nel laboratorio di tecniche di lettura realizzato nell’ambito del progetto di Vento di Terra sulla valorizzazione della tradizione orale beduina, finanziato dall’Unione Europea.

In questo progetto verrà pubblicato un libro che raccoglie le storie della tradizione Jahalin dove ognuno dei ragazzi sarà autore.

E’ un’opportunità per le comunità locali di tenere vive le proprie tradizioni e storie e per i bambini per allenare la loro fantasia e immaginazione, per affrontare le difficili condizioni di vita che sperimentano in Area C.

Come diceva Friedric Douglas

“Una volta che impari a leggere, sarai libero per sempre”

e qui in Palestina e tra i bimbi della comunità beduina questa frase è molto più significativa

M.R. Vento di Terra Project Manager in West Bank (Palestine).

Inaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar (3)Inaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar (6)Inaugurazione Biblioteca Khan al AhmarInaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar (2)Inaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar (7)Inaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar (4)Inaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar (5)

Scuola di Gomme ancora a rischio demolizione: lunedì Israele sottoporrà la sua decisione alla Corte Suprema

Ottobre 2011 - Una classe della Scuola di Gomme realizzata da Vento di Terra ONG a Khan al Ahmar (Foto di Giuliano Camarda)

L’esistenza della Scuola di Gomme di Khan al Ahmar (Gerusalemme Est) è ancora in pericolo.

Lunedì prossimo, 16 aprile, il procuratore generale  dello stato israeliano informerà la Corte Suprema sulla decisione di approvare o meno la demolizione dell’edificio scolastico, che ospita 100 bambini Jahalin.

La decisione verrà presa nonostante la promessa verbale dell’Amministrazione Civile israeliana (secondo quanto riferisce la stessa comunità locale) lo scorso febbraio  di non demolire la scuola e le abitazioni Jahalin, senza fornire un’alternativa valida e condivisa con la comunità beduina. L’ultima parola spetta, comunque alla Corte suprema Israeliana.

La lunghissima vicenda giudiziaria che riguarda l’edificio realizzato da Vento di Terra è cominciata nel 2009. Lo scorso 11 agosto, un comitato di coloni ha presentato una petizione per chiedere la deomolizione della scuola.

Da allora abbiamo lanciato una campagna per chiedere al Consolato Italiano a Gerusalemme di intervenire a difesa della scuola e del diritto all’istruzione dei beduini Jahalin che vivono in AREA C.

A gennaio, il villaggio è stato isolato, dall’esercito che ha bloccato l’unica strada asfaltata che lo collega a Gerusalemme e Gerico. La comunità internazionale ha risposto all’appello dei beduini Jahalin partecipando alla cerimonia che abbiamo organizzato il 4 febbraio a Khan al Ahmar.

E le nostre attività con i bambini beduini continuano: domenica scorsa , assieme agli animatori del Tamer Institute of Culture, abbiamo inaugurato una nuova biblioteca per i piccoli del villaggio.

Vi chiediamo di non lasciare soli i bambini di Khan al Ahmar e di firmare e far girare la “petizione” per salvare la loro scuola. “Chi demolisce una scuola demolisce il futuro”!

Tire School – Opening of Tire School Library

Inaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar

Project: The Oral Bedouin Tradition a Multifaceted approach. Denes Assad from Tamer Insitute held an interactive reading (Photos of M.R.)

“Good children’s literature gives the child a place in the world and the world a place in the child.”       (Astrid Lindgren)

Khan Al Ahmar has finally its own library!

Since the last Sunday the Tires school and its community the home for an entire section of fairy tales, stories and children’s literature with more than 140 books available. This is the result of the commitment and cooperation between the Tamer Institute of Ramallah and Vento di Terra NGO and it is part of the Palestinian National Reading Week.

Every year Tamer Institute level involves children, school and youth to promote reading, attract children to books, teach them how to read stories and express what they have read through different artistic tools.

The opening of the library has been a cheerful moment for the whole school.

Denes Assad, storyteller, has entrained the children in interactive readings with the new books and in a funny theater performance.

The actors were the same children that in these months are involved in the workshop on reading techniques, as a part of the Vento di Terra project on the valorization of Bedouin oral tradition, funded by the European Union.

The aim is to give birth to a  children book, were all of them will be the authors, collecting the traditional Jahalin folk tales that are still read within the Bedouin communities.

It is an opportunity for the communities to keep alive their own traditions and stories and for children, to develop their fantasy and imagination, to better face the daily life in Area C under the Israeli threat and military occupation.

As  Frederick Douglass stated:

“Once you learn to read, you will be forever free”

and here in Palestine and among the children of the Bedouin communities this sounds even more powerful.

M.R. Vento di Terra Project Manager in West Bank (Palestine).

Inaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar (3)Inaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar (6)Inaugurazione Biblioteca Khan al AhmarInaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar (2)Inaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar (7)Inaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar (4)Inaugurazione Biblioteca Khan al Ahmar (5)

Opening of Tire School Library, un set su Flickr.

Per la piccola Aseel

Aseel Mahmoud Ara’rah, 4 anni, era una bimba della comunità beduina Jahalin seguita dal nostro servizio educativo ad Anata (Gerusalemme Est). Lo scorso ottobre era stata ferita da un proiettile vagante a pochi passi da casa ed era stata ricoverata prima a Gerusalemme e poi Ramallah (Cisgiordania). Il proiettile aveva danneggiato la quinta vertebra, paralizzandola quasi completamente. La piccola poteva muovere soltanto gli occhi e la bocca ma la sua curiosità e la tenerezza trasparivano da sguardo sempre vivace.

Stamattina Aseel, purtroppo ci ha lasciato. Massimo Annibale Rossi, presidente di Vento di Terra, desidera esprimere a nome di tutto lo staff la nostra vicinanza alla famiglia e all’intera comunità di Anata:

“Ci sono avvenimenti della vita, e della morte, che rimangono inesplicabili. Ho visto Aseel solo poche volte, ma il suo desiderio di vivere e di comunicare al di là della sciagura che l’aveva colpita era intensissimo. Sono costernato di non aver potuto fare di più per lei, sono incredibilmente onorato per averla conosciuta pura e coraggiosa, inchiodata in un letto di dolore dalla scelleratezza del mondo adulto. Un abbraccio tenerissimo a lei, ovunque sia ora, al nostro staff locale che la ha amorevolmente seguita, alla madre e alla nonna che ho conosciuto personalmente”.

Image

La piccola Aseel, 4 anni.

(Grazie a Giuliano Camarda per questa foto)